lug
11

Delphinarium | A Monographic Exhibition on Delfina Delettrez

Author // Redazione
Posted in // ARTE

DELPHINARIUM | A Monographic Exhibition on Delfina Delettrez

A cura di Emanuela Nobile Mino

20 Giugno-10 Settembre 2012

Galleria Antonella Villanova Contemporary Art Jewellery

Palazzo Ricasoli

Firenze, Piazza Carlo Goldoni 2

Universi creativi da indossare, sinergie nevralgiche di idee e suggestioni metafisiche, l’haute joaillerie  di Delfina Delettrez rievoca nello spettatore la fascinazione magnetica di un piccolo cabinet de curiosités.

Non chiamateli semplicemente accessori. I gioielli di Delfina Delettrez sono oggetto di sperimentazioni sulla forma, i materiali, le tecniche ed i contenuti. L’idea tradizionale di preziosità viene rifiutata, la scelta dei materiali non ha limitazioni ma diventa subordinata all’interpretazione e trasformazione da parte dell’artista. Ferro, marmo, vetro di murano, perle e diamanti neri vengono abilmente combinati per dare vita e forma a draghi, teschi e insetti ma anche mani, bocche, occhi e altre parti del corpo, memori della lezione anatomica leonardiana e dell’automatismo psichico di matrice surrealista.

La galleria Antonella Villanova ha raccolto in Delphinarium un’antologia di pezzi unici provenienti dalle diverse collezioni della Delettrez, con lo scopo di indagare il modus operandi di quest’artista poliedrica, capace di tirar fuori, dal suo caleidoscopico immaginario, microsculture sensazionali. Un’attenta e accurata selezione delle sale espositive esalta, innanzi tutto, l’innata esigenza e capacità di Delfina di presentare le proprie creazioni contestualizzandole, ovvero progettando ogni volta un’ambientazione speciale che, in maniera ideale, sottenda e riferisca le tracce della visione che prelude ed ispira ogni nuova collezione, e finisce poi per intriderla. Ogni suo progetto è sempre pensato, infatti, come un vero e proprio percorso di narrazione in cui grande importanza è data ai concetti di “contesto” e di “spazio”. La scelta di particolari locations per presentare il proprio lavoro al pubblico ha fin da principio costituito per Delfina Delettrez parte integrante del lavoro, un corollario fondamentale a trasmettere qualcosa in più del suo universo personale, biografico e culturale e della sua direzione di ricerca, sempre in bilico tra memoria storica e (pre)visione onirica. Eccellenza tecnica e raffinatezza estetica, cultura e suggestione, ironia e malinconia, binomi imprescindibili della creatività artistica della giovane designer, incantata dalla vita e dal suo dinamismo in continuo divenire, dalle indubbie relazioni tra micro e macro cosmo.

Al centro della sua indagine c’è il corpo, come strumento di esperienza, di metamorfosi psichiche e biologiche, un corpo sublimato in frammenti, ricostruito attraverso accostamenti iconografici imprevedibili e combinazioni spiazzanti tra elementi estranei e incongruenti ma che, fusi nell’oro, glassati nello smalto, incastonati nelle pietre preziose, scolpiti nel marmo o cristallizzati nella resina, risorgono a nuova vita, sotto nuove spoglie, intrisi di nuovo senso.

I gioielli di Delfina sono piccoli marchingegni cinetici, pronti a subire nuove e continue trasformazioni, icone ibride di una religiosità contemporanea che riporta la natura al suo ruolo di alma mater.

Martina Marolda

Tags // , , , , , , , , , ,

Trackback from your site.

  • Facebook
  • WordPress

Leave a comment

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: