giu
27

Mission impossible | Protocollo Fantasma

Author // Redazione
Posted in // CINEMA, NEWS

Mission impossible | Protocollo Fantasma
(di Brad Bird. Con Tom Cruise, Jeremy Renner, Simon Pegg, Paula Patton – USA 2011 Universal Pictures).

Il ritorno sul grande schermo dell’agente segreto Ethan Hunt ed il suo manipolo di assistenti non poteva essere più stupefacente di così. L’esordio al live action di Brad Bird – dopo le esperienze cartoon de “Gli incredibili” ed “Il gigante di ferro” – è scoppiettante e pieno di spunti interessanti, sia nei tempi d’azione che nella grande carica visionaria di ogni singola sequenza.
La pre-produzione si è rivelata più difficile del previsto, con varie riscritture della sceneggiatura, affidata alla fine al trio André Nemec /Josh Appelbaum / Christopher McQuarrie, che gestisce con grande intelligenza un plot asciutto e ben congeniato.
La storyline di Ethan Hunt, che sembrava ormai destinato alla pensione dopo il terzo episodio, ammogliato ed ormai finalmente libero, ritrova in questo ennesimo capitolo nuova linfa vitale anche grazie alla grande performance di un Tom Cruise tornato a livelli recitativi e fisici ottimali, da cui si era allontanato ormai da qualche anno.
L’azione concitata dal primo all’ultimo minuto, accompagnata dalla sempre gradevole ironia dei comprimari di turno, rende piacevole l’intera pellicola, conferendogli grande compattezza anche nei momenti d’appannamento narrativo.  Brad Bird riesce a gestire con garbo un cast finemente versatile  - dall’istronico Simon Pegg al sempre bravo Jeremy Renner, passando per la sensualità di Paula Patton – e dare il giusto risalto ad ogni profilo psicologico, approfondendo il discorso puramente scenico anche più del dovuto.  Il risultato è una girandola di colpi di scena,  sia di tipo visivo/narrativo  - su cui spiccano una fotografia impeccabile ed effetti speciali da panico – , sia dal punto di vista meta-cinematografico, con rimandi e citazioni che accontenteranno i fan più affezionati al genere.
Le apparizioni/cameo alla fine del film di Michelle Monaghan e Ving Rhames, vecchie conoscenze della saga, sottolineano in questo senso il desiderio di non voler dimenticare il passato glorioso ma forse – ancora di più – il desiderio di tornare ancora a raccontare le imprese dell’unico e solo Ethan Hunt.

 

Danilo Solimeno

 

Tags // , , , , , , , , , , , , , , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: