giu
11

Mauro Vaccai | L’universo dei Simboli | Pistoia, Sale affrescate e Palazzo Pretorio

Author // Redazione
Posted in // ARTE, NEWS

MAURO VACCAI

L’UNIVERSO DEI SIMBOLI

PISTOIA, SALE AFFRESCATE E PALAZZO PRETORIO

8 GIUGNO – 8 LUGLIO 2012

 

Nelle Sale Affrescate e nell’Atrio di Palazzo Pretorio trova spazio la mostra antologica di Mauro Vaccai dal titolo L’universo dei simboli: luoghi unici nel loro genere per un artista di grande spessore che da sempre ha ricevuto consensi dalla critica e dal pubblico.

 

La mostra di Mauro Vaccai (Piteccio, PT, 1954) si preannuncia già nei particolari un appuntamento da non perdere: introdotta da un testo critico di Niccolò Bonechi e patrocinata dal Comune di Pistoia e dal Comune di Pieve di Cento, è organizzata dal Museo Magi ’900 e coordinata dalla AMF Art Consulting srl di Valerio Ballotta.

Un mese per ammirare le opere di questo artista contemporaneo e classico allo stesso tempo, in un percorso espositivo che verrà poi allestito anche in altri importanti spazi in Italia ed Europa (da settembre  presso il Museo Magi’900 di Pieve di Cento (Bologna), poi parte della mostra sarà esposta presso la Trierenberg Art di Traun in Austria, quindi la scultura Santa Barbara, commissionata dallla Marina Militare Italiana, sarà presentata il 4 dicembre p.v. durante una solenne cerimonia che si terrà nella Basilica di San Giovanni in Laterano a Roma).

 

Il percorso espositivo, organizzato nei minimi dettagli ed estremamente curato, permette al visitatore di apprezzare l’universo artistico di Vaccai e lasciarsi trasportare dalla forza espressiva delle sue sculture e dei suoi bozzetti: particolarmente suggestiva risulta la scelta di inserire la serie di dame e cavalieri all’interno dell’Atrio del Palazzo Pretorio che, grazie alla possente architettura medievale, diviene un’ambientazione perfetta per la tipologia di soggetti dell’artista.

 

Vaccai, artista completo che realizza interamente le sue opere sia nell’idea sia nell’elaborazione, crea figure dotate di grande tensione emotiva: soggetti classici rivisitati da una concezione moderna caratterizzati da volti scavati dalla vita, pose complesse e le cui grandi dimensioni aumentano il senso di drammaticità e teatralità. Vi sono tutavia anche oggetti della nostra contemporaneità: come la bottiglia di plastica accartocciata realizzata in tek che diviene veicolo di un messaggio assai profondo in cui l’effimero per eccellenza, il simbolo del design di ultima generazione, viene scolpito nel marmo e così eternato, trasformandolo per i posteri in testimonianza di un’epoca: la nostra.

 

Serena Bedini

 

Tags // , , , , , ,

Trackback from your site.

  • Facebook
  • WordPress

Leave a comment

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: